Ecco Beretta per il dopo Colantuono

Beretta

La sconfitta casalinga per 2-1 contro il Crotone ha dato il colpo di grazia alla panchina già traballante di Stefano Colantuono: accusato il quinto ko stagionale (e il terzo sull'erba dell'Olimpico), il Torino è slittato al sesto posto a -7 dal duo di testa, e toccherà ora a Mario Beretta risollevare le sorti del Toro scornato. L'ex-tecnico del Siena è stato presentato oggi presso il centro Sisport e ha firmato un contratto fino a giugno con opzione di rinnovo in caso di promozione.

"Abbiamo deciso nella giornata di ieri di esonerare Colantuono e prendere Beretta - il commento del presidente granata, Urbano Cairo - perchè ritenevamo ci fossero delle diffcoltà che andavano superate. Non è mai un piacere esonerare una persona e uno staff con i quali mi sono trovato bene e in cui riponevo fiducia. Purtroppo il calcio prevede questo genere di situazioni".

Beretta, che pochi giorni fa è stato vicinissimo a tornare sulla panchina del Siena, poi affidata a Malesani, si presenta con tanto entusiasmo e voglia di riportare il Torino in carreggiata, verso quel posto che gli spetta considerati anche i pesanti investimenti effettuati dalla società per preparare la strada a un immediato ritorno nella massima serie.

"E' la sfida più importante della mia carriera, da vincere compiendo un passo alla volta - sono le prime parole di Beretta - dobbiamo affrontare le cose con equilibrio e serenità. Qualche problema evidentemente c'é, altrimenti non sarei stato chiamato, ed è comprensibile che ci siano scoramento e rabbia perché si pensava che il Torino 'ammazzasse' il campionato. L'importante è andare per gradi, per micro-obiettivi. Starà a noi cercare di coinvolgere i tifosi con buone prestazioni, facendo punti importanti e risalendo la classifica".

EUROSPORT

Per vedere la pagina di Facebook e diventare Fan clicca qui!!!

Scrivete nel Forum cosa ne pensate!!!

Prenota online i voli economici eDreams!

Home